La rivista Biotecnologie-news.it è iscritta al n. 1/21 Registro Stampe dd. 29/1/2021, presso il tribunale di Trento.

MAGi EUREGIO
Bertelli Farmaceutici

Ora rinascono le idee di Achille Bertelli: l’iniziativa che raccoglie il testimone scientifico

Così il dottor Matteo Bertelli rilancia la ricerca attorno alle molecole naturali

ENDOVIR ®

Aziende Innovative

BIOTECNOLOGIE NEWS

Aziende Innovative

IN3 DIAGNOSTIC
ABRES
Stem Sel
Biovecblock
Innoven
Bioecopest
NGB GENETICS
THEOREO
ADAM
Drug Discovery Clinics s.r.l.
O3 enterprise
Novavido
CHEMICARE
Chemicare
Isbiolab
Stem Sel

Stem Sel® Srl ha inventato, progettato, costruito e ora porta sul mercato Celector®, una strumentazione totalmente innovativa e senza analoghi sul mercato, per un metodo totalmente non-invasivo di separazione, caratterizzazione fisico-microscopica, isolamento e raccolta di cellule viventi, in particolare staminali ricavate da diverse fonti anche di elevata complessità, quali campioni di origine clinico/chirurgica”. La descrizione che la Stem fa di se stessa racconta molto delle potenzialità che questo particolare settore d’innovazione tecnologica offre. Ne va, del resto, del futuro della Medicina, dunque dell’avvenire degli esseri umani. Cerchiamo di comprendere a fondo i settori indagati da quest’altra innovativa realtà italiana.

Domande: 

  • Può presentare il suo brevetto/azienda spin-off biotecnologica, il suo CV?

Stem Sel® Srl ha inventato, progettato, costruito e ora porta sul mercato Celector®, una strumentazione totalmente innovativa e senza analoghi sul mercato, per un metodo totalmente non-invasivo di separazione, caratterizzazione fisico-microscopica, isolamento e raccolta di cellule viventi, in particolare staminali ricavate da diverse fonti anche di elevata complessità, quali campioni di origine clinico/chirurgica. La nuova tecnologia permette un controllo di qualità del campione cellulare e il successivo  isolamento e raccolta della componente più “potente” ai fini di applicazioni di Terapie Cellulari in particolare con cellule staminali, le cellule “progenitrici” di tutti i nostri tessuti ed organi.

  • Come ha sviluppato questa scoperta/azienda spin-off?

Stem Sel® Srl è una spinoff accademica, ora PMI Innovativa, fondata 7 anni fa da ricercatori accademici nel settore della biochimica analitica strumentale e da business angel. La metodologia proprietaria alla base del prodotto è brevettata in Italia e all’estero ed il brevetto è di proprietà dell’Università di Bologna con inventori i soci fondatori, concesso in licenza esclusiva a Stem Sel® Srl. Il sistema frazionatore delle cellule è anch’esso proprietario, con brevetti word-wide di proprietà Stem Sel ®. Lo sviluppo dei primi prototipi di Celector® è stato inizialmente completamente internalizzato, mentre le versioni piè evolute, fino all’attuale prodotto finito ready-to-market che ha appena ottenuto la Certificazione CE, sono stati in buona parte esternalizzati ad una supply-chain di fornitori sia del territorio che internazionali, tra questi Buerkert Spa, leader nel settore della fluidica.

  • Quali difficoltà ha trovato?

Per un prodotto che ha richiesto, dai primi prototipi alla versione ready-to-market, una spesa di ca. 2.5M€, certamente una delle due principali difficoltà che ha accompagnato tutto il percorso è stato il reperimento di capitali di rischio, finanziamento a debito e grant. La seconda principale difficoltà è stata la costruzione della supply chain per lo sviluppo della fase di ingegnerizzazione e industrializzazione, vale a dire l’individuazione di fornitori con adeguate competenze ed il suo coordinamento pivotale.

  • Cosa ha studiato per arrivare a questo punto?

Noi soci fondatori accademici siamo tutti e tre docenti di biochimica analitica strumentale e ci occupiamo da anni di sviluppo di metodi e tecnologie per analisi nel settore biotech farmaceutico e biotech cellulare. Da quasi 10 anni ci occupiamo anche di trasferimento tecnologico della ricerca accademica in impresa, sia verso soggetti terzi che impresa propria. A questo proposito nel 2010 abbiamo fondato un primo spinoff, byFlow Srl, di cui siamo ancora unici soci, che ha come mission il trasferimento di tecnologie e metodologie nel settore dell’analisi e caratterizzazione biotech, di cui Stem Sel® Srl, anche se non formalmente, ne è sostanzialmente uno spin-out. Poiché avevamo una competenza accademica molto verticale, abbiamo seguito percorsi di formazione e incubazione delle idee di impresa da parte della Regione ER, durante i quali abbiamo studiato pianificazione del business e finanziaria, marketing e comunicazione aziendale.   

  • Chi deve ringraziare?

Oltre a tutti i nostri collaboratori interni ed esterni, i nostri consulenti e i nostri finanziatori e investitori, in particolare gli investitori non professionali che sono entrati con grande entusiasmo nella campagna di crowdfunding che nel 2019 ha portato ad un investimento complessivo di 529k€, dobbiamo ringraziare tutti coloro che hanno avuto fiducia e pazienza nel formare una cultura imprenditoriale ad un gruppo di accademici che non la possedevano minimamente fino a 10 anni fa.

  • Cosa dici della Società Europea di Biotecnologie, del Corso di Laurea, del nostro giornale online, delle nostre iniziative formative e per lo sviluppo dei biotecnologi, dei parchi scientifici e tecnologici e delle aziende?

Onestamente, non conosciamo molto queste realtà.

  • Come vede il mondo delle biotecnologie tra dieci anni?

L’emergenza covid19 ha posto in drammatico rilievo e a livello globale la necessità di potenziare fortemente la ricerca ed il trasferimento tecnologico nel settore delle biotecnologie farmaceutiche e biomediche. Il raggiungimento del mercato da parte di diversi vaccini anti-SARS_cov2 in nemmeno 12 mesi dimostra come, a fronte di forti investimenti e partnership, si possa potenziare la ricerca e lo sviluppo in questi settori per raggiungere traguardi impensabili fino a pochi mesi fa e di interesse primario per la popolazione e la qualità della vita. Le Terapie Cellulari, in particolare nel settore delle Cellule Staminali, settore nel quale sono posizionati i nostri clienti, vedrà anch’esso una esplosione nei prossimi anni.

  • Come si vede tra 10 anni?

Già ora prevediamo che lo sviluppo della prossima versione di Celector®, che consentirà una produzione cellulare per l’uso diretto sull’uomo (dispositivo biomedico), sarà verosimilmente affidata ad una business unit, se non una società spin-out, dedicata nella quale verranno inserite competenze specifiche sia manageriali che mediche, e finanziata con adeguati ammontare, che abbiamo già previsto di un ordine di grandezza superiore a quelli che sono stati necessari per la versione di prodotto che attualmente è pronta al mercato. Tale futura versione di prodotto unirà al controllo di qualità e selezione “non invasiva” di cellule staminali, la loro produzione massiva per Terapie Cellulari, con la possibilità quindi di sviluppare una pipeline di prodotto sul mercato “pharma/med” con elevate prospettive di scale-up. Infine, termini di exit strategy, StemSel® potrà essere oggetto di una trade sale ad un operatore industriale non prima di 3-4-anni da ora.

FB

Condividi Articolo

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
GENELAB-SRL
Gibob
ViroStatics
HiQnano
LMPE srl
Graftonica
Genomix 4 Life
EnGenome
3DIFIC
INSIMILI
Clonit
Euleria
Growa