Tramadol Buying Tramadol 50Mg Buy Uk Tramadol Order Online Canada Us Tramadol Online Get Tramadol Online Uk Buy Cheap Tramadol Uk

La rivista Biotecnologie-news.it è iscritta al n. 1/21 Registro Stampe dd. 29/1/2021, presso il tribunale di Trento.

MAGi EUREGIO
Bertelli Farmaceutici

Ora rinascono le idee di Achille Bertelli: l’iniziativa che raccoglie il testimone scientifico

Così il dottor Matteo Bertelli rilancia la ricerca attorno alle molecole naturali

ENDOVIR ®

Aziende Innovative

BIOTECNOLOGIE NEWS

Aziende Innovative

IN3 DIAGNOSTIC
ABRES
Stem Sel
Biovecblock
Innoven
Bioecopest
NGB GENETICS
THEOREO
ADAM
Drug Discovery Clinics s.r.l.
O3 enterprise
Novavido
CHEMICARE
Chemicare
LiquidWeb
Isbiolab
Bioscience Research
biorfarm
Fintastico

Una nuova opportunità per start-up biotech

La seconda call della Fondazione Golinelli

La Fondazione Golinelli è già riuscita, anche attraverso l’acceleratore G-Factor, ad accelerare numerose realtà biotech ed ora è tutto pronto per la nuova edizione della call che consente alle nuove forme imprenditoriali di emergere e prendere piede non solo all’interno dei nostri confini nazionale. Il tutto – come viene spiegato in un comunicato stampa che è stato diffuso – dipende pure dalla collaborazione con la Crif, che è “azienda globale specializzata in sistemi di informazioni creditizie e di business information, servizi di outsourcing e processing e avanzate soluzioni per il credito”. Gli investimenti previsti superano il milione e mezzo di euro mentre l’iniziativa in sé e per sé, che si chiama I-Tech Innovation 2022, si sviluppa attraverso una serie di call. Ad essere premiate, stando a quanto apprendiamo, potrebbero essere ben 16 start-up, mentre le specificità settoriali che verranno prese in considerazione sono diverse a seconda dell’appuntamento. Come ripercorso nel comunicato stampa di cui sopra, infatti, sono state previste “3 Call for Innovation nei settori principali confermati: Life Science&Digital Health, Fintech&Insurtech e Agritech&FoodTech”. In questa specifica edizione, però, sono state predisposte anche “2 Call for Plug In per due nuove verticali sperimentali: la prima dedicata a Industry 4.0, Big Data processing-HCP & Applied Artificial Intelligence, la seconda a Social Impact”. Insomma, la portata dell’iniziativa aumenta, così come gli ambiti presi in considerazione. E le aspettative per i risultati conseguibili non possono che essere alte. Si tratta, come si può notare con facilità, di settori strategici quanto per l’ossatura tecnologica del Belpaese quanto per il contributo che le nostre aziende possono fornire in campo internazionale. Il Pnrr – giusto per comprendere quale sia la centralità delle nuove tecnologie in senso lato e del biotech – ha predisposto un grande spazio alla progressione italiana in questi campi. E il Pnrr è il progetto che disegnerà l’Italia, ed il ruolo dell’Italia nel mondo, nel prossimo futuro. Anche per questo è strettamente necessario che le start-up innovative vengano messe nelle condizioni di potersi esprimere all’interno di un contesto globale che è sempre più competitivo e che può presentare crescenti difficoltà. Nel comunicato, è possibile approfondire anche le dichiarazioni di Andrea Zanotti, che della Fondazione Golinelli è il presidente: “La prima edizione del programma I-Tech Innovation 2021 – ha fatto presente Zanotti in prima istanza – ha dimostrato la raggiunta maturità di una realtà come G-Factor nell’indirizzare e nel gestire l’accelerazione tecnologica e organizzativa attorno a innovazioni disruptive. G-Factor è stata di fatto essa stessa una start-up fino ad oggi, ma si è già affermata come operatore di riferimento nei propri settori e segmenti di intervento a livello nazionale”. E ancora: “In prospettiva, con questa nuova edizione del programma – ha continuato Znaotti –, intendiamo anche iniziare a proporci come player internazionale. A partire dal 2021, la collaborazione con CRIF ci ha poi fortemente qualificato come catalizzatori di altre forze territoriali e nazionali che si stanno aggregando attorno alla nostra comune piattaforma: ed è forse questa la cosa più importante, che ci restituisce un riconoscimento dell’intuizione comune e del lavoro fatto insieme in questi primi anni”. L’obiettivo è dunque quello di estendere la portata dell’iniziativa, puntando all’internazionalizzazione. “ La partnership industriale con CRIF – ha aggiunto invece  Antonio Danieli,  che è Vice Presidente e Direttore Generale di Fondazione Golinelli e Amministratore unico di G-Factor – ha permesso inoltre di mettere in luce come G-Factor – oltre ad essere un venture builder nel settore Life Science e Digital Health – sia oggi in grado di offrire risposte efficaci a richieste esigenti da parte di grandi corporate, nell’ambito della open innovation, in altri settori produttivi e di servizio, accumunati da una richiesta di evoluzione fortemente digital e tech oriented”. Le candidature devono essere presentate entro il 19 giugno del 2022, mentre la proclamazione dei vincitori sarà resa nota nel corso del mese di ottobre.

Condividi Articolo

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
GENELAB-SRL
Gibob
ViroStatics
HiQnano
LMPE srl
Graftonica
Genomix 4 Life
EnGenome
3DIFIC
INSIMILI
Clonit
Euleria
Growa
ADDAX
Agreenment
Latiduto 40
MgShell
Evenfi