Tramadol Cheap Prices Online Tramadol Cod Tramadol Buy Online Cheap Uk Order Cheap Tramadol Online

La rivista Biotecnologie-news.it è iscritta al n. 1/21 Registro Stampe dd. 29/1/2021, presso il tribunale di Trento.

MAGi EUREGIO
Bertelli Farmaceutici

Ora rinascono le idee di Achille Bertelli: l’iniziativa che raccoglie il testimone scientifico

Così il dottor Matteo Bertelli rilancia la ricerca attorno alle molecole naturali

ENDOVIR ®

Aziende Innovative

BIOTECNOLOGIE NEWS

Aziende Innovative

IN3 DIAGNOSTIC
ABRES
Stem Sel
Biovecblock
Innoven
Bioecopest
NGB GENETICS
THEOREO
ADAM
Drug Discovery Clinics s.r.l.
O3 enterprise
Novavido
CHEMICARE
Chemicare
LiquidWeb
Isbiolab
Bioscience Research
biorfarm
Fintastico

Simonetta Cheli a capo dell’Esa e dell’Esrin

Quando una donna italiana viene incaricata per un ruolo di vertice l’evento di per sé diviene sempre una notizia ma – a ben vedere – forse non ce ne sarebbe così bisogno.

Nel senso che, se è di sicuro corretto rimarcare il raggiungimento di un’alta posizione istituzionale da parte di una donna, è altrettanto vero che sarebbe opportuno, in tutti i casi, parlare più di meriti che di genere. E di meriti parliamo, di sicuro, quando ci riferiamo a Simonetta Cheli, che è da poco divenuta Direttrice dei Programmi di Osservazione della Terra dell’agenzia spaziale europea (Esa) e che, dal primo gennaio di quest’anno, dirigerà il centro Esrin di Frascati.

Le nuove tecnologie – come abbiamo, in più di qualche circostanza, ribadito anche attraverso le pagine di Biotecnologie News – comprendono pure quelle spaziali che di certo rappresentano un banco di prova tanto per il presente quanto per il futuro dell’umanità. In questo senso, è possibile affermare che l’Italia abbia offerto dell’eccellenze nel settore (non solo in campo astronautico) e che Simonetta Cheli sia tra sicuramente queste. Originaria di Siena, dove la donna è nata nel 1963, la Cheli, stando a quanto ripercorso pure da ilGiorno, ha compiuto una serie di studi approfonditissimi prima di poter ricoprire l’incarico odierno.

Soprannominata per ovvie ragioni la “signora dei satelliti”, la Cheli, una volta appreso della nomina, ha reagito con le seguenti parole:Sono molto felice ed emozionata – ha fatto presente – . Avevo preparato la mia candidatura, ma sinceramente non me l’aspettavo, perché queste sono decisioni complesse dei 22 Paesi dell’Esa, che hanno una dimensione tecnica ma anche una dimensione politica”. La procedura prevede insomma che sia la concertazione tra molte nazioni a decidere.

La dimensione “politica” cui fa riferimento la Cheli è probabilmente riferita allo spazio occupato dall’Italia nel settore in questione e, più in generale, agli incarichi inerenti le grandi agenzie continentali o internazionali. Il Belpaese, grazie a questa nomina, potrà sicuramente esprimersi ad altissimi livelli nel campo aereospaziale,  potendo contare su una personalità di spicco. “Le tecnologie – ha aggiunto la Cheli, spiegando quale sarà uno degli ambiti di maggiore interesse della sua azione –  danno informazioni essenziali per lo stato di salute del nostro Pianeta: dalla temperatura, dall’innalzamento dei mari alla situazione delle coperture delle foreste allo scioglimento dei ghiacci. Abbiamo 16 satelliti che scandagliano oceani, atmosfera, venti e ghiacci e altri 39 sono in cantiere”.

Il legame tra aerospazio, nuove tecnologie e tutela ambientale sarà con buone probabilità una delle priorità che la Cheli, che peraltro è anche la figlia di un noto giurista e costituzionalista senese, perseguirà durante il suo mandato. La Terra vista dallo spazio è una delle immagini più suggestive che la contemporaneità ha offerto a tutti noi: ecco, la Cheli, con il suo ruolo, avrà il compito di fornirci aggiornamenti costanti sulle possibili mutazioni osservabili, con tutto quello che ne può conseguire anche in termini di scelte drastiche sul da farsi per tutelare il futuro ambientale del globo terrestre. Un compito affascinante, che è tanto centrato sullo studio quanto sul monitoraggio.

Condividi Articolo

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
GENELAB-SRL
Gibob
ViroStatics
HiQnano
LMPE srl
Graftonica
Genomix 4 Life
EnGenome
3DIFIC
INSIMILI
Clonit
Euleria
Growa
ADDAX
Agreenment
Latiduto 40
MgShell
Evenfi