La rivista Biotecnologie-news.it è iscritta al n. 1/21 Registro Stampe dd. 29/1/2021, presso il tribunale di Trento.

EBTNA
Bertelli Farmaceutici

Ora rinascono le idee di Achille Bertelli: l’iniziativa che raccoglie il testimone scientifico

Così il dottor Matteo Bertelli rilancia la ricerca attorno alle molecole naturali

ENDOVIR ®

Aziende Innovative

BIOTECNOLOGIE NEWS

Aziende Innovative

IN3 DIAGNOSTIC
ABRES
Stem Sel
Biovecblock
Innoven
Bioecopest
NGB GENETICS
THEOREO
ADAM
Drug Discovery Clinics s.r.l.
O3 enterprise
Novavido
CHEMICARE
Chemicare

Sequenziato l’intero genoma umano: incredibile risultato di un team internazionale

 

Il Dna umano è stato sequenziato nella sua interezza. I dati sul sequenziamento conosciuti sino a questo momento, del resto, erano derivati da un impegno scientifico senza eguali nella storia recente, ma non si erano rivelati esaustivi. Questo, almeno, è quanto si deduce leggendo l’approfondimento pubblicato sull’Ansa, che parla, in funzione delle recente ricerche, di una “nuova mappa” del “Dna umano” che “comprende ora 3,9 miliardi di paia di basi”, al netto dei “3,2 della prima sequenza ottenuta 20 anni fa dal Consorzio Internazionale per il Sequenziamento del Genoma Umano e, parallelamente, dalla piccola azienda Celera diretta da Craig Venter”. Siamo, insomma, dinanzi ad un grosso passo avanti della scienza, che ha compiuto una progressione. Qualcosa di storico, che influirà di certo sulla genetica e non solo. La notizia è già sulla bocca di tutti, riviste scientifiche e non. Se non altro perché la novità in questione rischia di essere determinante per comprendere a pieno il funzionamento di tutti noi, con l’eventuale possibilità di comprendere ulteriori meccanismi alla base, ad esempio, di patologie. C’è una percentuale specifica, l’8%, che costituisce il quantum in più rispetto ai sequenziamenti precedenti. L’8% in più rispetto a ciò che sapevamo non è poco e, secondo quanto si legge all’interno delle varie rassegne, in molti confidano che ora vengano aperti scenari rinnovati in termini medico-scientifici. L’obiettivo – come premesso – è stato conseguito da un team internazionale. Il consorzio degli studiosi che sono riusciti nell’impresa, nello specifico, si chiama Telomere to Telomere (T2T). Sono trascorsi all’incirca venti anni da quando il dottor Francis Collins ha iniziato l’opera tesa alla comprensione di quello che ha chiamato “linguaggio di Dio“. Avevamo parlato pochi giorni fa, sulle pagine di biotecnologie-news, del genetista che aveva guidato il sequenziamento di venti anni fa. Adesso il genoma umano potrebbe non rappresentare più un mistero, neppure parziale. In realtà, come riporta Wired, non è ancora possibile decretare il termine del progetto: manca il cromosoma Y. Ma insomma le conoscenze acquisite tendono a completare un quadro di cui avevamo una contezza parziale. 

 

Redazione

Condividi Articolo

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
GENELAB-SRL
Gibob
ViroStatics
HiQnano
LMPE srl
Graftonica
Genomix 4 Life
EnGenome
3DIFIC
INSIMILI
Clonit
Euleria
Growa
Growa
Growa